martedì 6 aprile 2010

Il consumo del paesaggio






























Il paesaggio è un tema della nostra epoca che passa spesso inosservato come se non appartenesse alla nostra vita o non costituisse parte della nostra esperienza.
Il paesaggio è invece esperienza costitutiva del nostro essere nel mondo.
Il paesaggio rende la vita in sintonia con il mondo e sostiene il sentimento di unità tra l'uomo e l'ambiente, genera senso esistenziale, avvicina l'uomo al mistero della vita attraverso una spontanea e potente esperienza estetica.
La sua tutela è quindi istanza irrinunciabile per l'uomo. Lasciare passivamente che venga consumato dal mercato, dalle leggere decisioni politico-dirigenziali significa privare l'uomo di una parte significativa della sua esperienza.
Il paesaggio consumato è una ferita inferta all'armonia, al senso, al mistero della vita.

Le immagini riguardano una cava di inerti a Civitella Del Tronto e abitazioni sulle colline intorno a Palermo (foto di Marcello Marcellini)

Nessun commento:

Posta un commento